32° settimana di gravidanza

Sei pronta? Il momento del parto si avvicina sempre di più! Il tuo bambino potrebbe essere già in posizione cefalica, forse in questa settimana lo sentirai un po’ meno muoversi a causa delle dimensioni raggiunte.

I sintomi della 32° settimana di gravidanza

Più ti avvicini alla 40° settimana, più aumentano le probabilità di sopravvivenza nel caso di un parto prematuro. Infatti, se il tuo bimbo nascesse ora, avrebbe più del 90% di probabilità di sopravvivere. Non per questo bisogna accelerare i tempi. Ora più che mai meglio riposare, specie se la notte non riesci bene a dormire perché fai fatica a trovare una posizione comoda. Altri sintomi di questa settimana sono:

  • Perdite vaginali. Questo sintomo non è nuovo, ma in questa settimana, potrebbe esserci un incremento di leucorrea a causa del maggior flusso di sangue intono alla vagina. Se sono associate a prurito, bruciore o rossore, potrebbe esserci un’infezione in atto. Meglio effettuare un tampone vaginale, per vedere di cosa si tratta.
  • Contrazioni. Oltre alle false contrazioni di Braxton Hicks potresti iniziare a sentire anche delle vere e proprie contrazioni. Più si avvicina il parto, più queste si intensificheranno, per cui è opportuno riconoscerle. Sono infatti più dolorose, regolari, hanno una durata superiore ai 30 sec e provocano un indurimento di tutto il ventre. Se sei incinta di 2 gemelli fai molta attenzione e assicurati che non siano troppo ravvicinate, potresti davvero essere a rischio di un parto prematuro.
  • Capezzoli più scuri. Improvvisamente le tue aureole potrebbero diventare più scure. Nessuno sa esattamente perché, ma una teoria è che si scuriscono in modo che il bambino possa vederle meglio durante l’allattamento. Il tuo corpo è davvero incredibile, vero?
  • Fiato corto. Ormai dovresti averci fatto l’abitudine. In alcuni momenti potresti avere il fiato corto poiché il tuo bimbo comprime sempre di più la cassa toracica. Riposati e prenditi il tuo tempo.
  • Gonfiore. Caviglie, mani e piedi potrebbero gonfiarsi, specie se stai affrontando la gravidanza durante il periodo estivo. Questo sintomo è spesso accompagnato a una stanchezza generale e difficoltà nel digerire. Ricordati di bere sempre molta acqua e di controllarei la pressione almeno una volta al giorno. Se dovessi averla molto alta, avvisa subito il medico.
  • Perdite di colostro. Potresti notare delle perdite giallastre dai capezzoli, è il colostro, il primo nutrimento del tuo bimbo.

Dentro al pancione – 32° settimana di gravidanza

Dalla testa ai piedi il tuo bimbo è ora lungo circa 45 cm e pesa circa 1.700 gr. E’ grande più e meno come un cetriolo!

In questa settimana i suoi capelli assumeranno il colore che avranno alla nascita. Saranno, biondi, castani, neri? Come quelli del suo papà o della sua mamma? Non preoccuparti! Tra poco lo scoprirai!

Il tuo bimbo trascorre la maggior parte del suo tempo dormendo, alternando dei momenti di veglia, proprio come quando sarà nato. Ti sembra di sentirlo di meno? E’ probabile, ormai è diventato grosso e riesce a muoversi sempre di meno. In questa settimana la quantità di liquido amniotico è al suo apice. Da qui in poi comincerà a diminuire. Quando non sarà più sufficiente il tuo bimbo sarà pronto per venire al mondo!

Come comportarsi durante la 32° settimana di gravidanza

  • Lo shopping pre natale ti ha sicuramente divertita. Scommetto che a ogni tutina o vestitino ti emozionavi. Non succede lo stesso per il seggiolino dell’auto? Non sei la sola! Potresti chiedere al tuo partner di occuparsene lui! Sarà contento di avere un ruolo attivo durante questa preparazione, vista l’importanza di questo strumento. Dovrà essere sicuro e vi accompagnerà durante i vostri spostamenti. Molti bambini amano stare in macchina poiché durante i viaggi si sentono cullati come quando erano dentro l’utero.
  • Riposati e ricordati di misurare la pressione, se possibile almeno una volta al giorno.
  • Tra la 28° e la 32° settimana puoi svolgere i seguenti esami di routine: emocromo, ferritina, urine e l’ecografia.
  • Hai già deciso che tipo di parto avrai? Normale, cesario, in acqua, vorrai l’epidurale? E’ il momento di parlarne col tuo ginecologo e di prendere una decisione.