Perché ho poco latte?

Allattare il proprio bambino è un’esperienza meravigliosa, ma può diventare un incubo se scopri di non avere abbastanza latte per soddisfare le esigenze del tuo piccolino. Non c’è niente di peggio che sentirsi in colpa per non essere in grado di nutrire il proprio bambino come si dovrebbe.

perché ho poco latte?

Ma non preoccuparti, ci sono diverse cose che puoi fare per aumentare la produzione di latte. In questo articolo ti fornirò alcuni consigli e trucchi per aumentare la produzione di latte materno.

Continua a leggere, e scoprirai perché hai poco latte e come fare per aumentare la tua produzione di latte materno.

Le pricipali cause di di una scarsa produzione di latte materno

Iniziamo con il capire perché alcune donne potrebbero avere poco latte. Ci sono diverse ragioni per cui questo potrebbe accadere, tra cui:

  • Mancanza di stimolazione dei capezzoli: se i capezzoli non vengono stimolati adeguatamente, il tuo corpo può pensare che non c’è bisogno di produrre più latte e rallentare la produzione.
  • Dieta: una dieta povera o squilibrata può influire sulla produzione di latte. Ci sono alcuni alimenti che possono aiutare a aumentare la produzione di latte, come il fieno greco, le foglie di ortica e il latte di avena.
  • Produzione ormonale: alcune donne hanno livelli più bassi di ormoni che regolano la produzione di latte, il che può portare a una produzione più bassa.
  • Stress: lo stress può avere un impatto negativo sulla produzione di latte.
  • Problemi fisici: alcune donne possono avere problemi fisici che impediscono loro di produrre abbastanza latte.

Spesso la causa principale è che non stimoli abbastanza i capezzoli.

Ora ti spiego perché, leggi attentamente.

Il seno femminile è regolato da un sistema di feedback chiamato “legge della domanda e dell’offerta”. In sostanza, più spesso il seno viene stimolato e svuotato, più latte viene prodotto. Quando i capezzoli non vengono stimolati adeguatamente, il cervello riceve meno segnali di richiesta di latte, e di conseguenza rallenta la produzione di latte per adeguarsi alla minore richiesta.

Questo meccanismo è stato dimostrato da diverse fonti autorevoli tra cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che sostiene che “l’allattamento al seno è regolato dalla domanda e dall’offerta. Più spesso il bambino si attacca al seno, più latte viene prodotto”. (Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS): https://www.who.int/publications/i/item/9789241548502)

Anche l’American Academy of Pediatrics (AAP) sottolinea l’importanza della stimolazione dei capezzoli per aumentare la produzione di latte, raccomandando “alla madre di offrire il seno al bambino ogni volta che il bambino lo richiede durante le prime settimane di vita” (American Academy of Pediatrics (AAP): https://www.healthychildren.org/English/ages-stages/baby/breastfeeding/Pages/default.asp)

Anche la La Leche League International (LLLI) sostiene che “La produzione di latte è regolata dalla domanda e dall’offerta. Più spesso il bambino si attacca al seno, più latte viene prodotto e più i capezzoli vengono stimolati, più latte viene prodotto. La stimolazione regolare e completa dei capezzoli è essenziale per aumentare e mantenere la produzione di latte” (La Leche League International (LLLI): https://www.llli.org/breastfeeding-info/)

In sintesi, la stimolazione regolare dei capezzoli è essenziale per aumentare e mantenere la produzione di latte. Il mancato utilizzo del seno può far rallentare la produzione di latte del corpo.

Come aumentare la produzione del latte materno

Ora che sai quali possono essere le cause del poco latte, vediamo come aumentare la produzione di latte.

  1. Dieta equilibrata: assicurati di mangiare cibi ricchi di calcio e di assumere abbastanza liquidi per mantenere il tuo corpo idratato. Evitare di fumare o di bere alcolici
  2. Stimola i capezzoli: questa è la cosa più importante in assoluto. Dovresti iniziare a stimolare i capezzoli immediatamente dopo il parto. Ciò può essere fatto attraverso la stimolazione manuale o l’uso di un tiralatte. L’utilizzo di un tiralatte è particolarmente utile perché consente di rimuovere il latte in eccesso dai capezzoli, il che aiuta a stimolare la produzione di latte.

Puoi facilmente capire che utilizzare un tiralatte aiuta ad aumentare la produzione di latte, perché aiuta a stimolare i capezzoli e a rimuovere il latte in eccesso. Quando utilizzi il tiralatte, stai “dicendo” al tuo corpo di produrre più latte perché stai rimuovendo quello che c’è.

Questo meccanismo è stato confermato da diverse fonti autorevoli tra cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che sostiene che “l’uso regolare del tiralatte può aiutare a mantenere una buona produzione di latte. In particolare, l’uso del tiralatte può essere utile per le madri che hanno difficoltà a produrre abbastanza latte o che devono assentarsi dal bambino per brevi periodi di tempo”.

Anche l’American Academy of Pediatrics (AAP) sostiene che “l’uso di un tiralatte può aiutare a mantenere una buona produzione di latte, soprattutto per le madri che non possono allattare al seno o che devono assentarsi dal bambino per brevi periodi di tempo”.

Per approfondire l’argomento ti consiglio di leggere il libroLe Tiralatte: Mamme che praticano l’allattamento esclusivo con il tiralatte” disponibile su amazon.it, che fornisce informazioni dettagliate sull’utilizzo del tiralatte per aumentare la produzione di latte.

le tiralatte
aumentare la produzione di latte materno

Cosa ne pensi? Lascia un commento