Perdite da impianto: foto per riconoscerle ???

Sai come riconoscere le perdite da annidamento? Ecco delle foto di perdite da impianto per aiutarti

Per aiutarti subito, ecco delle foto di perdite da impianto.

Fai così: inizia a confrontare le tue perdite con queste immagini, puoi scorrere a destra per vederne altre.

Mi raccomando!

Guarda tutte le foto e fermati ad osservare bene le foto nei dettagli. Osserva bene il colore delle perdite e la consistenza.

  • perdite da impianto immagini
  • perdite da impianto foto
  • foto perdite da impianto
  • colore perdite da impianto

Ora che hai visto delle immagini di perdite da impianto, vediamo nel dettaglio come distinguere le perdite da annidamento dell’embrione dallo spotting che spesso precede il ciclo mestruale.

Probabilmente di starai chiedendo:

Che cosa sono le perdite da impianto?

Le perdite da annidamento in gravidanza si hanno quando l’ovulo fecondato si attacca alla parete dell’utero (che si chiama endometrio), per annidarsi e continuare a crescere durante i successivi 9 mesi.

Sono quindi un sintomo precoce di gravidanza.

Non devi preoccuparti: si tratta di un evento normale, che non richiede aiuto medico e capita ad un terzo delle donne che rimangono incinta.

Spesso sono accompagnate da crampi addominali lievi e dolore al seno.

annidamento ovulo
Annidamento dell’ovulo fecondato.

Quando si hanno le perdite da annidamento?

Abbiamo visto che lo spotting da impianto si ha nel momento in cui l’embrione si annida nell’utero. Questo avviene circa una decina di giorni dopo il concepimento, perché ovulo di mette alcuni giorni per scendere dalla tuba ed arrivare all’utero, dove si impianta.

Considerando un regolare ciclo mestruale di 28 giorni, questo evento succede quindi circa 8-13 giorni dopo l’ovulazione.

Ossia intorno al 20-24° giorno del ciclo mestruale.

Come vedi, si presentano un po’ prima dell’arrivo del ciclo mestruale.

Proprio per questo motivo, spesso vengono confuse con un anticipo dell’arrivo del ciclo. Anche perché spesso non si ha la certezza del giorno dell’ovulazione, a meno che non la si sta monitorando.

Leggi anche: Cosa prendere per rimanere incinta subito?

Ma c’è una cosa che devi sapere:

Monitore l’ovulazione è importante per conoscere quali sono i giorni fertili per rimanere incinta. Puoi usare gli appositi stick, sicuri al 99% oppure i termometri basali.

Ecco alcuni esempi

Come riconoscere lo spotting da impianto?

Lo spotting da impianto è causato dalla rottura di alcuni capillari dell’endometrio (la parete interna dell’utero), che si verifica nel momento in cui l’embrione si sta annidando.

Quando l’ovulo fecondato scava nel tessuto dell’endometrio hai quindi un piccolo sanguinamento.

Ma prima che il sangue fuoriesca, può passare un pò di tempo, e durante questo tempo il sangue perde l’ossigeno che contiene, e diventa più scuro. Il colore del sangue diventa marrone o addirittura quasi nero.

Questo sangue si mischia poi con gli altri fluidi all’interno della vagina prima di fuoriuscire.

Per questo motivo la prima cosa per riconoscere le perdite da impianto è vedere il colore del sangue.

Ricorda:

  • Le perdite da annidamento dell’ovulo possono essere di colore rosato o marroncino. Dipende da quanto tempo il sangue è rimasto nell’utero, se esce subito saranno più rosate, altrimenti, come abbiamo visto, risulterà marroncino.
  • In particolare, non sono di colore rosso vivo.

Devi poi tenere conto di quanto tempo durano le perdite:

  • Durano 2 o 3 giorni al massimo, e non sono mai abbondanti. Puoi infatti notare delle macchioline negli slip o sulla carta igienica, ma non un flusso abbondante di sangue.

Ma c’è di più.

Osserva attentamente se vedi dei coaguli di sangue, come dei grumi o globuli gelatinosi.

Questi coaguli sono tipici delle mestruazioni.

Sono costituiti da un mix di “pezzettini” dell’endometrio dell’utero che si è sfaldato e mischiato con le cellule del sangue.

Quindi, se vedi dei coaguli, non si tratta di perdite da impianto.

Un’ultima cosa importante che devi considerare è questa:

  • Se le perdite sono di colore rosso accesso e diventano dolorose, e sono arrivate alcuni giorno dopo la data prevista delle mestruazioni, è meglio consultare subito il ginecologo, perché potrebbe trattarsi di una minaccia di aborto.

Perdite da impianto: sintomi

Ecco altri sintomi di gravidanza che devi considerare per riconoscere le perdite da annidamento:

  • Spesso sono asintomatiche, o accompagnate da leggeri crampi addominali. Questi piccoli crampi sono dovuti a piccole contrazioni dell’utero.
  • Durante questi giorni potresti avere dei leggeri mal di testa o sbalzi di umore.
  • Dolore al seno: all’inizio della gravidanza, il tuo corpo cambia rapidamente, ed il seno diventa gonfio e teso.

Ricorda però che ognuna di noi può avere dei sintomi diversi, e se anche non avverti nessuno di questi sintomi, non preoccuparti.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ImplantationOrPeriod.jpg

Come distinguere le perdite da impianto dallo spotting pre-mestruale?

Riassumiamo quindi i fattori chiave che ti aiuteranno a distinguere lo spotting da impianto da quello di inizio ciclo. Vediamo quindi come sono le perdite da impianto:

  • Innanzi tutto come abbiamo detto il colore del sangue è diverso. Difficilmente tenderà ad essere rosso vivo.
  • Anche la quantità di sangue è molto diversa. Le perdite da impianto saranno leggere perdite e non aumenteranno in quantità.
  • Inoltre il sangue è privo di grumi o coaguli
  • La durata. A differenza del ciclo mestruale che dura 4-5 giorni, le perdite da impianto dureranno 2-3 giorni al massimo.
  • La tempistica. Se arrivano con leggero anticipo e hanno le caratteriste appena citate e poi scompaiono, molto probabilmente non è l’inizio del ciclo.

Come faccio ad essere sicura che sono perdite da impianto?

Se stai cercando di rimanere incinta e hai avuto delle perdite (ma il ciclo vero e proprio tende a non arrivare) puoi toglierti qualsiasi dubbio facendo un test di gravidanza.

Il test di gravidanza può essere fatto con 2 o 3 giorni di ritardo dalla presunta data di arrivo delle mestruazione.

I test disponibili sul mercato oggi sono detti “test precoci”, perché riescono a rilevare il valore delle beta HCG anticipatamente, e sono già validi dal primo giorno di ritardo.

Perdite da impianto: test gravidanza

Se non vuoi fare il test, ma sentire un parere medico, puoi prenotare una visita dal ginecologo che potrà confermarti se sei incinta tramite una semplice ecografia transvaginale.