Bebè in arrivo: gli acquisti indispensabili.

Se stai aspettando un bimbo avrai iniziato a pensare a quali attrezzature acquistare per preparare il nido al piccolo amore dentro di te. In commercio ci sono talmente tante cose che a volte è difficile orientarsi. Vediamo insieme le cose indispensabili e quelle di cui puoi fare a meno o aspettare.

La culla

La culla è il posto dove far dormire il tuo bimbo quando è appena nato. Non è però un acquisto che devi fare per forza. Molte mamme preferiscono usufruire della navicella che hanno acquistato insieme al passeggino.

Questo perché la culla in realtà viene sfruttata poco, va bene solo per i primi mesi. Quando il bimbo inizia a muoversi è meglio passare subito al lettino per evitare che cada.

Nel caso però tu non voglia rinunciare ad una bella culla, ti consiglio di comprarne una semplice, dove vi è solo la stoffa indispensabile. Evita quelle ricche di pizzi, trine e merletti poiché diventerebbero presto ricettacolo di polvere.

Ai giorni nostri vanno molto di moda le next to me. Si mettono di fianco al letto, sono semplici, lineari e si possono aprire. Così farai meno fatica a prendere il tuo bimbo durante la notte.

la navicella è indispensabile?

In molte si chiedono se la navicella è un acquisto indispensabile o no. Alcune mamme pensano che sia poco utile, in quanto puoi utilizzare la navicella solo per pochi mesi.

In realtà la navicella è praticamente insostituibile: ti permette di far dormire il neonato durante la notte vicino al tuo letto, e di traspostarlo sul passeggino in posizione sdraiata.

La posizione sdraiata è infatti l’unica posizione comoda per il bebé per i primi 3-4 mesi, quando ancora non riesce a stare seduto, e la navicella è pensata proprio per questo primo periodo di vita del tuo bimbo.

Il lettino

Il lettino è sicuramente uno degli acquisti indispensabili. Soprattutto quando il tuo bimbo è ormai diventato grande per la culla, navicella o next to me.

Le sbarre per norma non possono essere inferiore agli 80 cm e la distanza tra una sbarra e l’altra non deve superare gli 8 cm. Insieme al lettino dovrai acquistare:

  • Il materasso: che deve essere abbastanza rigido per evitare che il bambino ci sprofondi dentro e quindi abbassare il rischio di SIDS.
  • Il cuscino: vale la stessa regola del materasso. Meglio se optate per quelli anti-soffocamento.
  • Le lenzuola: meglio se di lino o cotone. Sconsiglio i piumini perché potrebbero surriscaldare il tuo bambino. Nel caso però il bebè arrivi in inverno meglio comunque optare per quelli sintetici e pratici da lavare.
  • Riduzioni intorno al letto. Se il tuo bimbo non è ancora abbastanza grande, meglio comprargli un riduttore per lettino. Lo farà sentire più protetto ed eviterà di sbattere contro le sponde del letto.

Carrozzina e passeggino

Il passeggino e la carrozzina sono sicuramente un buon acquisto. Sia perché sono indispensabili per portare il tuo bimbo a passeggio. Sia perché come visto prima, la carrozzina può essere usata al posto della culla. Basta solo aggiungergli il materassino e il cuscino idoneo.

Per quanto riguarda il modello, in giro c’è davvero l’imbarazzo della scelta, e sono tutti a norma di legge. Qui puoi davvero scegliere quello che ti piace di più.

Unico consiglio: non dimenticare la praticità, quindi per esempio meglio evitare colori chiari che potrebbero sporcarsi subito.

Il passeggino sarà utile dai 3-4 mesi del bimbo, quando avrà acquistato maggiore forza della colonna vertebrale e sarà capace di stare seduto. La posizione è molto importante, evita passeggini che potrebbero insaccarlo o ripiegarlo su stesso.

Il passeggino è un oggetto molto raccomandato dai pediatri poiché stando seduto su di esso, il bimbo ,può guardarsi attorno e percepire gli stimoli esterni quando è in giro.

Non dimenticare che esistono le combinazioni “trio”, (navicella + ovetto + passeggino), che permettono di risparmiare in quanto passeggino e navicella condividono lo stesso telaio con le ruote.

Seggiolino per auto

Anche il seggiolino è un acquisto indispensabile. Infatti ti sarà utile dal giorno delle dimissioni dall’ospedale. Senza di quello non potrai portare il bimbo in auto, in quanto è severamente vietato tenerlo in braccio. Le statistiche dicono che usando il seggiolino, in caso di incidente si ha il 69% in meno di andare incontro a danni irreparabili. Molti genitori optano per il trio, quindi acquistano, passeggino, navicella e seggiolino insieme. Ma puoi acquistarlo anche singolarmente.

Anche per i seggiolini c’è l’imbarazzo della scelta. In base alla tua esigenza, puoi poi deciderlo di metterlo sul sedile posteriore o anteriore. In posizione opposta al senso di marcia e agganciandolo col la cintura di sicurezza. Il seggiolino andrà poi cambiato in base al peso del bambino.

Fasce, marsupi e zaini

Questi oggetti ripropongono un’antica abitudine, che era stata in parte persa in occidente.

Tenere il proprio bimbo vicino al proprio corpo, ha dei benefici sia pratici che psicologici.

  • Benefici pratici: sia in casa che in giro è più facile destreggiarsi, svolgere diverse attività o camminare su marciapiedi affollati.
  • Benefici psicologici: questi oggetti rispondono perfettamente al bisogno del bambino di stare vicino alla mamma nei primi mesi di vita, svolgendo così un ruolo positivo sul processo di attaccamento.

Dopo i 3-4 mesi alcuni bambino iniziano a non gradire più questo mezzo di trasporto perché gli impedisce di guardasi attorno. A quel punto puoi optare per il passeggino che sicuramente avrai già acquistato.

Per usare gli zaini invece è indispensabile che il bimbo abbia acquisito la posizione eretta, quindi meglio evitare di usarli prima degli 8-9 mesi del bambino.

Le sdraiette

Queste poltroncine di plastica sono molto utili nei primi mesi di vita. sopratutto in caso di gemelli. Infatti, quando i bimbi sono svegli, sono un attimo appiglio per riporre un bambino mentre si sta guardando l’altro. Il bambino seduto sulla sdraietta ha modo di guardarsi attorno e vedere cosa succede in casa. Per questo aspetterà il suo turno con molta più pazienza. le sdraiette non vanno usate oltre i 7 mesi di vita.

Il seggiolone

Il seggiolone è sicuramente un attrezzo indispensabile, poiché permette al bambino di socializzare coi genitori all’ora dei pasti. Non va usato però prima che abbia acquisito la posizione eretta ed inizia ad essere utile dallo svezzamento in poi. Per tanto, per questo acquisto puoi aspettare che il bambino abbia compiuto almeno 6 mesi.

Box e girelli

L’utilizzo del box è sconsigliato poiché in questo recinto il bambino ha poco spazio per muoversi. Questo potrebbe ritardare il suo apprendimento a gattonare o camminare. Se lo compri perché pensi che sia un attrezzo sicuro, ricorda che per la sua sicurezza è sufficiente organizzare la casa per renderla a misura di bambino. Cosa che dovrai comunque fare.

Anche il girello è sconsigliato dai pediatri in quanto ha un’influenza negativa sulle sue capacità psicomotorie. Gli impedisce di cadere e quindi di acquisire equilibrio, capacità nel saper cadere e riconoscere i propri limiti.

Addirittura in canada, dal 2004, è vietata la vendita del girello, con pene severe per i genitori che ne fanno uso.

E tu? Hai già acquistato tutti questi attrezzi? Ce ne sono altri che pensi siano indispensabili e vadano aggiunti a questa lista?