Tiralatte: Le 10 Domande che ti sei Sempre posta (+1 BONUS)

tiralatte quando usarlo

Utilizzare il tiralatte è semplice, se sai come fare. Ma sono sicura che hai molte dubbi e domande, e che non è facile trovare le risposte.

Ecco le domande sul tiralatte più frequenti:

Tiralatte quando usarlo?

Il tiralatte puoi usarlo quando vuoi dare il tuo latte materno al tuo neonato, ma non ti è possibile attaccare il neonato al seno.

Le situazioni possono essere molte:

  • Il tuo bimbo è nato prematuro ed è ricoverato in terapia intensiva prenatale ( in questi casi il latte materno è “oro bianco”)
  • Hai 2 o più gemelli e hai bisogno di un aiuto esterno per allattare.
  • Il tuo neonato è troppo debole per attaccarsi al seno.O magari semplicemente devi tornare al lavoro e vuoi avere una scorta di latte.

In questi casi usare il tiralatte di permette di dare il tuo latte materno al tuo bimbo, senza dover utilizzare il latte in formula.

Tiralatte quando iniziare?

Se il tuo bimbo è nato prematuro, o hai deciso di effettuare l’allattamento esclusivo con il tiralatte, devi iniziare subito dopo la nascita, meglio se entro le prime 6 ore.

Allattare al seno è il modo migliore di nutrire il tuo neonato, e dovresti farlo il più a lungo possibile.

Ma se non puoi (o non vuoi) allattare al seno su richiesta 24 ore al giorno, puoi iniziare ad usare il tiralatte.

All’inizio uscirà solo il colostro, ma è importante tirare il latte almeno 8-10 volte nelle 24 ore: questo infatti è quello che farebbe il tuo neonato nei primi giorni di vita.

In questo modo stimoli la produzione di latte materno, e dopo 3-4 giorni vedrai uscire molto più latte.

Se invece il tuo bimbo è nato a termine, puoi iniziare con il tiralatte dopo alcune settimane di allattamento al seno.

Ricorda: utilizzare un tiralatte elettrico di qualità è uno dei segreti del successo.

Tiralatte quando iniziare
Tiralatte quando iniziare

Tiralatte quando tirarlo?

Poiché un neonato, nelle prime settimane di vita, si attacca al seno 8-12 volte nell’arco di 24 ore, devi tirare il latte con il tiralatte ogni 2-3 ore.

Il principio base che ti deve guidare è di simulare quello che fa un neonato.

Dopo i primi mesi, il numero di poppate richieste dal neonato diminuisce, e anche tu potrai diminuire il numero di sessioni con il tiralatte.

Ricorda però di continuare comunque a tirare il latte con il tiralatte almeno 5-6 volte al giorno durante il primo anno di vita del tuo bimbo.

E’ importante anche considerare quanto a lungo le sessioni con il tiralatte devono durare, oltre che quando tirarlo.

In media, un neonato resta attaccato al seno per circa 20 minuti.

Capisci quindi che anche tu devi tirare il latte per 15-20 minuti, anche se non vedi uscire latte in modo continuo durante tutta la sessione.

Scoprirai che tra le quando tiri il latte tra l’una e le 5 di notte, ne esce di più: questo è dovuto al fatto che i livelli della prolattina, l’ormone che controlla la produzione del latte materno, sono più alti durante la notte.

Cerca quindi di tirare il latte almeno una volta durante la notte.

tiralatte quando tirarlo

Tiralatte quando comprarlo?

Se sei a rischio di parto pretermine, o hai deciso di effettuare l’allattamento esclusivo con il tiralatte, devi comprare il tiralatte in anticipo, perché dovrai iniziare ad usarlo già subito dopo la nascita.

Se invece hai iniziato con l’allattamento al seno e pensi di passare ad usare il tiralatte dopo qualche mese, puoi puoi comprare il tiralatte quando decidi di iniziare.

Tiralatte dove comprarlo?

Puoi comprare il tiralatte in molte farmacie e negozi per l’infanzia.

Un suggerimento: compralo online!

In questo modo puoi scegliere tra una vasta gamma di marche e modelli, e sopratutto non devi stancarti andando in giro e risparmi il tuo prezioso tempo (oltre che denaro).

Ad esempio, clicca qui per dare un’occhiata ai tiralatte disponibili su Amazon.

tiralatte dove comprarlo

Tiralatte come si usa?

Se hai il tiralatte, ecco come usarlo al meglio:

  • Lavati le mani con acqua e sapone. Prima di iniziare ad usare il tiralatte è importante lavarsi le mani, in modo da ridurre il rischio di contaminare il latte.
  • Fai in modo di avere dell’acqua da bere a portata di mano. Ricordati di bere molto durante la sessione con il tiralatte. Tieni vicino a te una bottiglietta d’acqua e magari anche uno snack.
  • Rilassati. Sistemati in un posto comodo, sul divano o su una poltrona e fai qualche respiro profondo.
  • Stimola il seno. Fai un breve e dolce massaggio la seno, in modo da stimolare la fuoriuscita del latte.
  • Attacca bene le coppe del tiralatte. Assicurati che le coppe del tiralatte siano ben appoggiate sul seno e che non passi aria. Puoi provare a bagnare leggermente le coppette per migliorare l’aderenza al seno.
  • Inizia la fase di stimolazione. La maggior parte dei tiralatte elettrici di qualità ha una modalità “stimolazione”, con suzioni molto veloci che simulano quello che il neonato fa per favorire la fuoriuscita del latte. Dopo un paio di minuti vedrai uscire il latte, e quindi puoi usare il tiralatte in modalità “normale”
  • Prosegui con la fase di estrazione. A questo punto il tiralatte si usa in modalità “normale”. Ricordati che tirare il latte non deve fare male, quindi regola la potenza del tiralatte su un livello che non ti crea fastidio.
  • Ripeti il ciclo stimolazione-estrazione. Quando vedi che il latte non esce più, imposta il tiralatte in modalità “stimolazione”, e ricomincia la fase di stimolazione.

Tiralatte come conservare il latte?

Per conservare il latte al meglio, segui queste semplici indicazioni:

  • Usa una bottiglietta o un sacchetto. La maggior parte dei kit tiralatte in commercio contiene anche 1 o 2 bottigliette studiate appositamente per conservare il latte.
  • In alternativa, puoi anche usare un biberon, o un qualsiasi altro contenitore per alimenti, purché sia dotato di un coperchio a tenuta.
  • Se decidi di congelare il latte, puoi anche utilizzare gli appositi sacchetti.
  • Se vuoi conservare il latte solo per un paio di ore, puoi anche lasciarlo a temperatura ambiente, ma ricordati di non lasciarlo al sole, o sul termosifone. Lascialo in un luogo fresco.
  • Se vuoi conservare il latte fino a 2-3 giorni, dopo aver utilizzato il tiralatte, puoi mettere le bottigliette piene in frigo, nella parte posteriore dove fa più freddo.
  • Se devi portare il latte con te, e fuori fa caldo (in estate ad esempio), puoi utilizzare una borsa termica, tipo quelle che si usano per le gite. Oppure utilizzare uno apposito zaino per mamme.
  • Se vuoi conservare il latte più a lungo, puoi metterlo nel congelatore. Ricordati di non riempire completamente i sacchetti, e di scrivere la data sopra. In questo modo puoi conservare il latte anche fino a 6 mesi. Quando vorrai usare il latte, mettilo nel frigo 24 ore prima, in modo che possa scongelarsi lentamente.

Vuoi saperne di più? leggi come conservare il latte materno

Tiralatte come scaldare il latte?

Per riscaldare il latte materno proveniente dal frigo, basta mettere la bottiglietta a bagnomaria in acqua tiepida, in modo da portarla a 37°C, la temperatura del corpo.

Puoi anche usare uno scalda latte, ma fai attenzione a non superare la temperatura di 40°C.

Molti neonati accettano anche il latte a temperatura ambiente, mentre altri lo preferiscono a temperatura corporea.

A volte puoi notare che il latte si è separato in strati: la parte grassa (la panna) può infatti venire a galla. In questo caso, ricordati di far ruotare dolcemente la bottiglietta, senza sbatterla violentemente o mescolare, in modo rendere di nuovo omogeneo il latte.

RICORDA!: NON scongelare MAI il latte nel microonde o facendolo bollire in un pentolino: in questo modo danneggi i componenti nutritivi del latte materno.

Il tiralatte manda via il latte?

Assolutamente no!
La produzione del tuo latte materno è controllata da un meccanismo di domanda e offerta: più il seno viene stimolato tramite la suzione, più latte produci.

Il tiralatte può quindi aiutarti ad aumentare o stabilizzare la quantità di latte che produci, per esempio quando il bimbo non riesce ad attaccarsi bene perché troppo debole.

Perché con il tiralatte esce poco latte?

Ci sono essenzialmente 3 motivi per cui succede che esce poco latte:

1 – Sei ai primi giorni dopo il parto, è quindi normale che tu produca solo pochi millilitri di latte alla volta. Considera che nei primi giorni di vita lo stomaco del tuo bimbo è ancora molto piccolo e può contenere 10-20 ml di latte al massimo.

2 – Non utilizzi il tiralatte nel modo corretto. Devi fare attenzione alla frequenza ed alla durata delle sessioni di tiraggio. Se vuoi imparare come usare nel modo migliore il tiralatte, leggi l’articolo allattamento esclusivo con il tiralatte.

3 – Il tiralatte è di bassa qualità. E’ importante scegliere un tiralatte di buona qualità, in grado di simulare la suzione di un neonato, sia come potenza della suzione che come velocità. In commercio esistono diverse marche di ottima qualità, dai un’occhiata qui

BONUS PER TE

Se vuoi conoscere tutti i trucchi e segreti su come usare al meglio il tiralatte,
scarica l’anteprima del libro
Allattamento esclusivo al tiralatte

Cosa ne pensi? Lascia un commento